Ci dice in 3 minuti cosa significa convivere con il Disturbo Ossessivo Compulsivo

Si chiama Damian Alcolea, è un attore spagnolo e soffre di disturbo ossessivo compulsivo. Questo disturbo mentale è altamente disabilitante. Tra pochi istanti vedrai e ascolterai il discorso che Damián ha tenuto più di un anno fa a un evento TEDxMadrid e che ora ho incontrato grazie al sito web di Upsocl.

La loro conferenza dura solo 3 minuti ma sono pieni di emozione.

Sembra che Damián abbia due obiettivi nella conferenza: rivelare al mondo che ha il DOC (Disturbo Ossessivo Compulsivo) e in questo modo sentirsi libero di "uscire allo scoperto"; e il secondo obiettivo, rendere il pubblico consapevole della necessità di smettere di stigmatizzare la malattia mentale:

Per vedere come agisce una persona con disturbo ossessivo compulsivo, guarda il film “Il migliore impossibile”, Lo consiglio ... ma Se vuoi vedere una persona reale in piena crisi guarda:

Deplorevole le risate delle persone che registrano questa scena.

Damián Alcolea ha scritto un libro intitolato "copricapi" in cui attraverso un alter ego racconta le sue esperienze con questa malattia. Puoi acquistarlo a Amazon.

3 dati statistici su questa malattia.

1) Il DOC è spesso una malattia cronica e recidivante. Fortunatamente, ci sono trattamenti sempre più efficaci per aiutare le persone con disturbo ossessivo compulsivo.

2) Il disturbo ossessivo compulsivo colpisce allo stesso modo uomini e donne.

3) Il disturbo ossessivo compulsivo di solito inizia durante l'adolescenza o la prima infanzia; almeno un terzo dei casi di disturbo ossessivo compulsivo negli adulti è iniziato durante l'infanzia.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

8 commenti, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Jorge Pesante suddetto

    Ottima esposizione.

  2.   anonimo suddetto

    NON SOFFRO MA IL MIO PARTNER HA IL DOC ED È MOLTO DIFFICILE CAPIRE NON SO COME AIUTARLO, SI LAVA LE MANI OGNI VOLTA CHE SI LAVA IL CORPO CON CANDEGGINA, OTTIENE IL GEL IN OGNI MOMENTO…. SE VEDI UNA MACCHIA QUALCUNO SI CAMBIA DI VESTITI OGNI VOLTA QUANDO ARRIVO, NON VUOLE SALUTARMI FINO A QUANDO NON HO CAMBIATO PERCHÉ I MIEI VESTITI SONO SPORCHI E IL BAGNO È GIÀ ORRIBILE E HO UN PICCOLO FIGLIO E NON VORREI COME LUI A TRATTARLO IMITANDO O CHE MIO BAMBINO POSSA SOFFRONO DI QUESTO DISTURBO

    1.    Cathy suddetto

      Donna ma questo è genetico ... Sarebbe un peccato se tuo figlio lo ereditasse ... avresti dovuto pensare prima di affidare una famiglia con una persona disabile ... fortuna

      1.    Cristian suddetto

        Cathy, scusa per il tuo commento, ad oggi non è stato dimostrato che il DOC sia ereditario e sarebbe una disabilità nel caso in cui questo disturbo causasse difficoltà nello svolgimento delle attività quotidiane. Un'altra cosa, una persona che ha questo disturbo, non ha il diritto di mettere su famiglia? Fortunato

        1.    Mariella Siri suddetto

          Cathy ... mijita, non hai capito niente!

      2.    Alberto suddetto

        È un'ossessione, non una disabilità. Hanno solo bisogno di comprensione e amore. È un commento maldestro.

      3.    Ana suddetto

        Quel commento è fuori luogo, devi viverlo o avere qualcuno in giro per capirlo o penso che tu abbia un problema, giusto? non sei empatico.

      4.    Lau suddetto

        Clown, cosa succede che una persona con disturbo ossessivo compulsivo non possa avere figli? Pezzo di incolto che peccato di commento che una vita difficile non ti porta